Message
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Message
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

There are no translations available.

Palazzo della Luce

Restauro e risanamento conservativo del piano nobile del Palazzo della Luce, per ospitare un salone catering e una nuova residenza privata.

Committente Privato

Località TORINO

Anno 2015

Gruppo progettazione Arch. Michela Lageard - Lageard Architettura, Arch. Norberto Vairano - Architettura Virano.


Il Palazzo ex Enel - oggi denominato  Palazzo della Luce - a partire dal luglio 2010 è oggetto di un intervento di valorizzazione organizzato in due fasi distinte: la riqualificazione della porzione di edificio che si affaccia su via Santa Maria, destinata ad un unico operatore terziario, e la predisposizione di unità a destinazione mista per la rimanente parte.

Il progetto mostrato nelle immagini è quello relativo alle unità 7 ed 8. Entrambe le unità si trovano al primo piano (piano nobile) e si affacciano su via Bertola e via degli Stampatori.

Unità 7- Residenza

L’unità immobiliare è stata convertita da spazio per uffici e residenza privata, composta da: una cucina, tre camere da letto e due bagni.

Unità 8 – Salone catering

Sono stati previsti degli adeguamenti per rispondere alle normative vigenti riguardanti i locali di pubblico spettacolo. Il salone delle conferenze verrà infatti utilizzato anche per mostre/eventi e ricevimenti, attività aperte al pubblico per una capienza massima di 250 persone.

Considerata la natura dell’edificio, tutti gli interventi sono stati effettuati nel rispetto dei valori storico-artistici che lo contraddistinguono.